Olanda on the Road. Viaggio avventuroso nel paese dei tulipani

Un itinerario che sfrutta i migliori ostelli di Amsterdam, Rotterdam, Delft e L'Aia alla scoperta dell'Olanda inaspettata

Un viaggio avventuroso in Olanda a partire da Amsterdam alla scoperta delle suggestioni medievali delle località di Muiden e Naarden, passando per Utrecht, puntando verso sud alla volta delle meraviglie di 'S-Hertogenbosch (luogo di provenienza del famoso pittore fiammingo Bosch), per poi volgere verso le Abbazie Trappiste, e il nord dove si trovano i famosi mulini di Kinderdijk, e così Gouda, Rotterdam e Delft. Il resto è un viaggio tra parchi pieni di tulipani, placide cittadelle, castelli e laghi, nel segno di paesaggi e scorci indimenticabili.

"Ho la natura, l’arte e la poesia, e se questo non è sufficiente, che cosa posso volere di più?" - Vincent Van Gogh

Ci sono tanti ostelli di qualità ad Amsterdam, ma, per partire sul giusto binario, la prima notte consigliamo di trascorrerla in un ostello davvero unico: stiamo parlando del Train Lodge, uno degli ostelli più originali del database HostelsClub, visto che è stato ricavato all'interno di un vero treno parcheggiato nei pressi della stazione di Sloterdijk. Il Train Lodge dispone di ben 132 posti letto, suddivisi in 44 scompartimenti. E uno dei vagoni è diventato un lounge-bar super cool, frequentato anche dai locals. Per un approfondimento su cosa fare in città ti rimandiamo alla nostra guida su come visitare Amsterdam spendendo poco.

Una foto dall'interno dell'ostello Train Lodge, ricavato da un vero treno

Foto dall'ostello Train Lodge di @fragolagiuliva

SUGGESTIONI MEDIEVALI DA MUIDEN A NAARDEN

Lasciamo Amsterdam alle spalle, ci torneremo alla fine del tour, e puntiamo a sud est. Superato l'abitato di Muiden arriviamo al fiabesco Castello di Muiderslot, situato strategicamente alla foce del fiume Vech. E' una massiccia fortificazione che risale al XIII secolo ed è circondato da un bellissimo parco. Ora il castello è diventato un Museo Nazionale e i suoi interni sono stati restaurati per riproporre l'antica ambientazione del XVII secolo e ospitare collezioni di armi e armature. E' una location perfetta per chi viaggia in famiglia, tra giardini, attività di falconeria e giochi d'acqua.

Il castello di Muiderslot

Foto del Castello di Muiderslot da Instagram di @orsatravel

Procediamo ancora a sud-est e raggiungiamo la placida cittadina fortificata di Naarden, famosa per la sua curiosa forma a stella (vista dall'alto, o su una mappa è davvero spettacolare!). Il centro storico è circondato da due elaborati fossati e da spesse mura in pietra perfettamente conservate. Per avere una visione d'assieme vale la pena fare una passeggiata lungo i bastioni, o meglio ancora un giro nella barca del Vestingmuseum, il museo della fortezza. Ma non è solo la sua peculiarità urbanistica a rendere unica questa destinazione. Da non perdere infatti una visita alla Grote Kerk, una delle chiese più antiche dell'Olanda che ospita regolarmente concerti d'organo e mostre fotografiche. Assolutamente consigliata anche una tappa al ristorante Acquavite, innnazitutto perché propone un ottimo menu che reinventa classici della cucina italiana, ma soprattutto per la sua location unica: si trova infatti all'interno di un'ex caserma ristrutturata e arredata in modo elegante e sorprendente.

La bella cittadina di Naarden

Foto di Naarden da Instagram di @elisa_baruzzi

ARRIVO A UTRECHT

Finita recentemente sotto i riflettori internazionali a causa di un attacco terroristico, in realtà la città di Utrecht è solitamente una destinazione placida e tranquilla da visitare. Ci sono moltissime cose da vedere e il centro storico è una vera chicca con elementi medievali notevoli, come la centralissima Torre del Duomo, il campanile più alto di tutti i Paesi Bassi con i suoi 112,5 metri d'altezza...ci vogliono ben 465 gradini per salire in cima alla torre campanaria, ma la fatica viene ampiamente ricompensata dalla vista panoramica che si gode da lassù. E, dopo aver quasi toccato il cielo con un dito, invertiamo drasticamente rotta e consigliamo di partecipare ai tour guidati degli spazi sotterranei di Dom Square: si tratta di un interessante percorso (da fare con tanto di torcia in mano, stile Indiana Jones!) per rivivere 2000 anni di storia olandese, tra reperti archeologici e storie interessanti (contenuti multimediali ricostruiscono anche la vicenda di un tornado che distrusse completamente la navata della Cattedrale di Dom nel 1674). Altro must è il Castello De Haar, situato nella prima periferia a Nord-Ovest della città. Il parco e i giardini che lo circondano ti catapulteranno in ambientazioni fiabesche, tra roseti, stagni, canali e suggestivi ponti medievali. Una location perfetta per chi ama fare passeggiate in mezzo alla natura e pic-nic. E a chi vuole passare una notte a Utrecht possiamo consigliare due opzioni: per chi cerca un qualcosa di unico e originale c'è l'HouseBoat Harmony, un B&B ricavato da una casa galleggiante affacciata sul fiume Vecht e gestito da una coppia molto simpatica e ospitale. Per chi invece preferisce un ostello c'è lo Stayokay Utrecht Centrum che propone un mix irresistibile di location centrale, design moderno e prezzi bassi.

Il Castello de Haar a Utrecht

Foto del Castello De Haar da Instagram di @alessandrorizza

PUNTIAMO A SUD VERSO LE MERAVIGLIE DI 'S-HERTOGENBOSCH

Lasciamo Utrecht e ci dirigiamo decisamente a sud fino ad arrivare alla cittadina di 's-Hertogenbosch. A parte il nome vagamente impronunciabile si tratta di una destinazione davvero sorprendente e con tanto da offrire. Tra le cose da non perdere c'è sicuramente la maestosa Cattedrale di San Giovanni Evangelista, una meraviglia in stile gotico risalente al XIII secolo che ti lascerà a bocca aperta. E' considerata una delle chiese più belle di tutta l'Olanda, ha un organo monumentale unico nel suo genere e i locali ne vanno molto orgogliosi (se chiedi una loro opinione ti diranno con un po' di ironico campanilismo che la Cattedrale era già in piedi quando Amsterdam era ancora una palude!). In città c'è poi l'interessante museo dedicato al genio di Hieronymus Bosch, pittore olandese tardo medievale considerato tra gli artisti più visionari di sempre. Nel seminterrato del museo è stato ricostruito lo studio del pittore e si può anche salire nella torre dell'edificio con un ascensore che porta a una sala da cui si gode di una splendida vista panoramica su tutta 's-Hertogenbosch. Ma la cosa più sorprendente di questa località si trova nella sua periferia a sud ovest e si chiama Loonse en Drunense Duinen: è un parco naturale di ben 35 chilometri quadrati, caratterizzato da dune e terreni sabbiosi, tanto da essere chiamato dai locali il Sahara del Brabante. E' un posto incredibile dove poter fare fantastiche escursioni a piedi, a cavallo o in mountain bike.

Il deserto di Loonse en Drunense Duinen

Foto di Loonse en Drunense Duinen da Instagram di @bjorn_loermans

A TUTTA BIRRA NELLE ABBAZIE TRAPPISTE

Dopo una passeggiata nel deserto di Loonse en Drunense Duinen è inevitabile che possa venire un po' di sete. E qui il tour dell'Olanda ti sorride perché nelle vicinanze ci sono ben due abbazie trappiste che producono la migliore birra artigianale olandese. La prima tappa è nell'Abbazia cistercense Onze-Lieve-Vrouw Van Koningshoeven (ovvero Nostra Signora di Koningshoeven) a Berkel-Enschot, nei pressi di Tilburg. Qui si produce l'ottima "La Trappe" seguendo le tradizioni storiche dei monaci che, da sempre, estraggono l'acqua per la birra da cinque pozzi profondi 200 metri. Consigliatissima la visita guidata che con 12€ consente di fare un giro per il monastero, assistere alle attività del birrificio (con tanto di filmati storici) e, ovviamente, degustare un calice della corposa birra ambrata che si produce qui. La seconda tappa è la vicina Abbazia di Maria Toevlucht. Anche in questo caso si tratta di un monastero cistercense dedito alla produzione della "Zundert", deliziosa birra ad alta fermentazione dal color castagna. Non pensare di venir qui a ubriacarti, si tratta di un luogo di meditazione e preghiera e, dopo essere stato nell shop dell'abbazia, potrai gustarti un calice di birra nel rilassante giardino che circonda l'edificio. Considerando che in tutto il mondo ci sono solamente 12 birrifici trappisti certificati poterne vedere due nel giro di pochi chilometri è un'esperienza da non perdere!

L'abbazia Maria Toevlucht in Zundert

Foto dell'Abbazia Maria Toevlucht da Instagram di @macondo83

TUTTA LA POESIA DI KINDERDIJK

Torniamo a nord e ci dirigiamo verso i mulini di Kinderdijk, una location dove fare il pieno di scatti magici da caricare su Instagram. Il sito è patrimonio dell'Umanità UNESCO ed è composto da un gruppo di 19 mulini a vento del 1700. Un paio di mulini si possono visitare e ospitano anche esibizioni sul tema della gestione delle risorse idriche, per ovvi motivi molto sentito in Olanda. E' una location splendida per una passeggiata e si può anche partecipare a un tour in barca per ammirare la bellezza del paesaggio.

I meravigliosi mulini a vento di Kinderdijk

Foto da Instagram di @dianadelorenzi


GOUDA NON E' SOLTANTO UN FORMAGGIO

Gouda è una città molto bella, ma deve gran parte della sua notorietà al formaggio omonimo che si produce in zona. Nel bel mezzo del paese c'è l'ampia Piazza del Mercato, dove vengono distese le tonde forme dell'ottimo Gouda in tutte le sue varianti. Al centro della piazza spicca un edificio del XVII secolo, ora sede del Gouda Cheese Museum: se osservi bene la facciata noterai un bassorilievo che spiega l'origine del palazzo (in passato usato come stazione di pesatura dei formaggi). Se passi in zona non dimenticarti di andare ad ammirare le spettacolari vetrate della chiesa di Sint Janskerk, un capolavoro dell'artigianato locale.

La Piazza del Mercato di Gouda

Foto da Instagram di @bobbytart2

L'AVANGUARDIA URBANA DI ROTTERDAM

Una delle cose belle di Rotterdam è che tra le sue attrazioni più interessanti c'è anche un ostello! Stiamo parlando dello StayOkay Rotterdam Hostel che ti consentirà di alloggiare nelle bizzarre Cube Houses progettate dall'archistar Piet Blom nel 1984. E nell'ostello si possono anche noleggiare le bici, mezzo ideale per spostarsi in città (ci sono davvero tante piste ciclabili). Altra location futuristica da non perdere è sicuramente il mercato al coperto di Rotterdam: ospitato in un moderno edificio dagli spazi generosi (è esteso come un campo da calcio e conta oltre 100 venditori!) il mercato è un vero paradiso per gli appassionati di gastronomia, desiderosi di assaggiare prodotti locali di ogni genere, dal pane fresco agli immancabili formaggi. Per capire al meglio la città è fondamentale fare un giro anche nella zona del porto e, se non hai molto tempo, puoi sfruttare uno dei divertenti tour effettuati su bus anfibio che ti faranno vedere la città da strada e dall'acqua! E per finire concediti il lusso di una vista panoramica senza pari salendo sulla Euromast, la risposta alla torre Eiffel di Rotterdam. I locali dicono che nelle giornate limpide lo sguardo possa arrivare fino ad Anversa...che sia vero o meno la vista è davvero pazzesca. Il biglietto di ingresso dà diritto ad accedere alla piattaforma panoramica con ristorante (100 metri d'altezza) e all'Euroscoop (185 metri d'altezza). E se ami gli sport estremi puoi anche provare il brivido di scendere dalla torre in corda doppia...ovviamente da evitare per chi soffra di vertigini!

Le bizzarre Cube Houses di Rotterdam dove si trova l'ostello Stayokay

Foto delle Cube Houses da Instagram di @treeaveller (che sull'Olanda ha anche altri contenuti interessanti sul suo sito)

UN GIOIELLO DI NOME DELFT

Dopo il vivace caos di Rotterdam puoi tornare ad ambientazioni più tranquille, facendo tappa a Delft, bella cittadina circondata da canali e famosa per la produzione di elegantissime ceramiche dipinte a mano in bianco e blu. Se ami il genere devi assolutamente visitare la Royal Delft Experience, un'esposizione che rende omaggio alle opere della Royal Delft, l'ultima azienda artigianale rimasta in città a produrre le ceramiche in stile "Delft Blue", dipinte a mano ancora secondo le antiche tradizioni del XVII secolo. Ma Delft è anche la città natale di Johannes Vermeer e nella città vecchia c'è la chiesa medievale di Oude Kerk dove l'artista è stato sepolto. Per chi voglia visitare la città senza fretta è consigliatissimo l'Hostel Delft, un ostello pulito e centrale e con una terrazza con vista panoramica sui tetti della città e sulla torre della Nieuwe Kerk.

Delft è una piccola città da scoprire

Foto del centro di Delft da Instagram di @isabelvacilotto

FAI IL PIENO DI CULTURA A L'AIA

Lasciamo Delft e puntiamo verso L'Aia: non sarà forse la città più bella d'Olanda, ma sicuramente ha un ruolo di grande importanza visto che ospita i principali organi governativi olandesi e anche numerose organizzazioni internazionali (come la Corte Internazionale di Giustizia). Tappa d'obbligo è il Museo Mauritshuis, ospitato in una bella villa del XVII secolo e con una collezione di capolavori d'arte davvero notevoli, tra cui culmina il celeberrimo "Ragazza con l'orecchino di perla" di Vermeer. Una tela che ha ispirato libri, film e che è tra le opere più famose e influenti del maestro olandese. Ma ci sono tele fantastiche anche di Rembrandt, Potter, Hals e altri maestri dell'epoca d'oro dell'arte olandese. Rimanendo in tema artistico, vale la pena anche visitare il museo dedicato all'opera grafica di M. C. Escher all'interno del settecentesco Palazzo Lange Voorhout: i suoi visionari paradossi, le sue immagini geometriche e distorte lasciano a bocca aperta per precisione e ingegno. E nelle belle giornate è consigliata una visita al Parco di Madurodam che contiene una serie di modelli in miniatura di famosi edifici olandesi. Per dormire all'Aia puoi contare su un ottimo ostello, il The Hague Hostel, centralissimo e dotato di una bella cucina comune e di un bar super cool al piano terra (il mitico "Crazy Goat" che organizza regolarmente eventi e concerti di band locali).

L'ingresso del museo dedicato ad Escher all'Aia

Foto del Museo Escher da Instagram di @happilysurviving

DAL MARE DEL NORD ALLE STELLE

Dopo tante belle città è il caso di prendersi una pausa e di fare il pieno di orizzonti infiniti andando a vedere il vicino Mare del Nord. Noi consigliamo di fare una capatina nella località di Noordwijk perché, oltre alle belle spiagge (Bubbels Beach e Blue Beach sono le migliori) e alle dune da esplorare, magari a dorso di un cavallo, c'è lo Space Expo, il Museo dell'Agenzia Spaziale Europea con tantissime mostre su spazio, gravità e satelliti...uno spettacolo per grandi e piccini!

La spiaggia sul Mare del Nord di Noordvijk

Foto da Instagram di @la_valigia_in_tasca

FARE IL PIENO DI COLORI A KEUKENHOF

Se passi da queste parti tra la metà di marzo e la metà di maggio devi assolutamente andarti a godere lo spettacolo di Keukenhof, un bellissimo parco floreale noto anche come Giardino d'Europa. E' uno giardini floreali più grandi del mondo e si trova nella prima periferia di Lisse. Il periodo della fioritura, a metà aprile circa, è un trionfo per gli occhi con circa 7 milioni di bulbi che sbocciano in un tripudio irresistibile di colori.

Un mare di fiori e tulipani nel bellissimo parco di Keukenhof

Foto da Instagram di @annalisafasanaro

NAVIGANDO TRA I CANALI DI HAARLEM

Siamo quasi rientrati ad Amsterdam, ma c'è ancora un'ultima tappa, a soli 15 minuti di treno dalla stazione centrale di Amsterdam. Stiamo parlando di Haarlem e pure qui le cose da fare e vedere sono tante: iniziamo col dire che anche questa è una città percorsa da tantissimi canali per cui è consigliata una crociera sulle diramazioni del fiume Spaarne per godere delle bellezze locali dall'acqua (un biglietto ti costerà sui 15€ circa). Merita poi una visita il Mulino a vento di Adriaan, uno dei migliori esempi in tutta l'Olanda del Nord con la sua imponente torre in legno che consente di godere di una vista panoramica sullo skyline di Haarlem. Il mulino è in realtà una ricostruzione perché l'originale è stato bruciato in un incendio nel 1932, ma è davvero bello e anche le visite guidate sono interessanti. Verso ora di pranzo puoi fare un salto al Grote Markt, una vasta piazza dove svetta il profilo dell'imponente Grote Kerk, la splendida cattedrale della città: questo è il cuore della vita quotidiana di Haarlem e, se hai la fortuna di passarci di sabato, troverai il mercato di strada, considerato il più bello dei Paesi Bassi. E per chiudere la giornata vai a visitare l'ex Chiesa di Jopenkerk: l'edificio ha mantenuto le sue caratteristiche originali, tra cui delle coloratissime vetrate, ma ora al suo interno ospita una fantastica birreria con caffetteria e sala di degustazione, dove assaggiare la famosa birra Jopen di Haarlem, prodotta utilizzando le tradizionali ricette locali risalenti al medioevo.

Uno dei canali con ponti levatoi ad Haarlem

Foto da Instagram di @mammaholic_olga

RISORSE UTILI: LA MAPPA DEL TOUR ON THE ROAD DELL'OLANDA

Qui sotto pubblichiamo la mappa del tour completo con tutte le tappe e i link per prenotare un soggiorno negli ostelli citati. E' possibile cliccare sulla mappa per aprirne una versione interattiva su Google Maps.

Mappa del viaggio on the road dell'Olanda da Amsterdam