La giovane Atene rinata dalla grande crisi

14/03/2019

I migliori ostelli di Atene e piccola guida della giovane e dinamica capitale greca

I nuovi quartieri di Atene, come il polo di Renzo Piano, ma anche quelli più antichi rinati dopo la crisi economica del 2009. Lo slancio culturale dato da dOCUMENTA 14, ha portato in città molti artisti che hanno cominciato ad abitare gli spazi metropolitani abbandonati, riconvertendoli all'uso di atelier e di centri creativi. Se a livello politico e economico la città è ancora depressa, l'impulso della nuova Atene fiorisce grazie alla capacità di rinnovarsi. Un viaggio nella capitale greca rinverdita dopo l'austerity: le zone di Koukaki, Psirri e la cittadella della Fondazione Stavros Niarchos. Piccola guida per chi è alla ricerca dell’Atene giovane e dinamica con i nostri consigli su dove alloggiare nei migliori ostelli di Atene.

"Atene è l’unico posto in cui sono stato felice" - Lord Byron


Prima di visitare Atene, i suoi contorni assumono nella mente forma indefinita. Si ha un’idea mediterranea di città, con punte di contaminazione esotica e una percezione di decadentismo periferico. Atene è un meccanismo complesso, proprio come l’enigmatica Macchina di Anticitera, l’oggetto fuori dal tempo, ritrovato nelle profondità marine e custodito presso il Museo Archeologico Nazionale. La capitale greca la si può solo scoprire senza la pretesa di comprenderne la totalità ma accogliendo le mille sfaccettature, i nuovi germogli culturali e le nuove architetture che cercano il dialogo non semplice con la classicità.

Ad Atene qualcosa si è mosso. Un’onda di rinnovamento ha preso forza spontaneamente, e ha poco a che fare con la grande partita a scacchi che la politica ha giocato al tavolo dell’Europa. E’ come se gli abitanti si fossero risvegliati per risollevare le proprie sorti, stanchi forse della burocrazia, così invisibile e lenta. La Nuova Atene è una rinascita in continuità con il passato, è figlia della vecchia città ma ora possiede vitalità nuova e un entusiasmo che si manifesta nel contemporaneo. Si dice che una pianta cresciuta nel deserto sia più forte, più volitiva e noi pensiamo che la nuova generazione di ateniesi saprà riscattare la precedente.

1. L'EREDITA’ DELLA CLASSICITA’

3 (big)

Particolare della loggia delle Cariatidi sull'Acropoli

Pensando ad Atene però non si può tralasciare la sua storia perché rappresenta la culla della civiltà occidentale. La Grecia classica è stato un modello di civiltà e la sua l’incommensurabile eredità ha influenzato tutte le civiltà affacciate sul mediterraneo, ponendo le basi di tutte le nazioni moderne. Ad Atene è nata e si è sviluppata la prima idea di democrazia ed ha ospitato grandi filosofi e pensatori della storia come Aristotele, Socrate e Platone solo per citarne alcuni. La città però è andata avanti. Nei secoli ha conosciuto alti e bassi, cadute e ascese, subendo anche dominazioni ma non ha mai perso la sua identità. Rappresenta oggi il fulcro della Grecia in ogni settore (culturale, industriale, economico) e ha raggiunto numeri da metropoli, dove si respira aria cosmopolita.

20 (big)

Il contrasto tra l'Acropoli e la città moderna

Parlando della città ellenica il pensiero corre subito alle sue bellezze classiche, alla sommità dell’Acropoli che troneggia sull’altopiano con il Partenone, l’Antico Tempio di Atene, l’Odeo, e il Teatro di Dioniso. La città vecchia guarda dall’alto la metropoli che nel frattempo si è sviluppata ai suoi piedi, distratta e disordinata. Nella città e ai suoi margini, si sono sviluppati quartieri nuovi e interessanti dal sottostrato culturale fremente, vivo, pulsante. C’è voglia di rivalsa in città, c’è voglia di rinascita. Le idee nuove sono in movimento con entusiasmo crescente.

2. LA RINASCITA CON DOCUMENTA 14

Il passaggio della manifestazione d’arte dOCUMENTA 14 nel 2017, uscita per la prima volta dai confini di Kassel, ha dato slancio creativo alla città. Come un magnete ha attirato artisti e intellettuali da tutto il mondo. Dopo la grande kermesse però le luci non si sono spente e non tutti i protagonisti hanno abbandonato il palcoscenico. Atene è terreno fertile per l’arte, una tabula rasa su cui sperimentare e trovare nuovi spazi d’espressione che su altre piazze risultano affollati, consumati, esausti. La presenza sul panorama artistico ateniese di giovani artisti, favoriti dall’economicità della vita, ne ha arricchito ancor più la vena internazionale e molti edifici sono stati riconvertiti a nuova funzione d’uso. Il modo migliore per ridare vita a luoghi vittime d’abbandono e degrado. Ma non è solo l’arte che muove la città, nuove architetture all’avanguardia sono sorte, la metropolitana è stata ampliata e nei locali bassi delle strade sono nati un’infinità di laboratori artigianali e ristorantini. La nuova generazione ateniese ha capito che forse bisognava puntare sulla rivalorizzazione di quello che già c’era, per innestarlo con con qualcosa di innovativo. Tutta la città sorprende attraverso l’inaspettato; durante le giornate estive i bar si popolano e le piazze ospitano cinema all’aperto; un tessuto micro-culturale, ignoto ai turisti ma in alcuni casi anche poco conosciuto dagli stessi ateniesi.

7 (big)

L'istallazione di dOCUMENTA 14 che riproduce il Partenone attraverso libri soggetti a censura - credits @fotismar

3. I QUARTIERI NUOVI

Tralasciando la bellezza e le proporzioni perfette dell’Acropoli, volgiamo lo sguardo al resto della città che per contrasto è così imperfetta, distrattamente disordinata ma piena di fascino. Per “quartieri nuovi” intendiamo zone riqualificate, quartieri storici che si sono rinnovati e zone completamente nuove.

Monastiraki

Citazione d’obbligo per Monastiraki il quartiere più famoso di Atene perchè vicinissimo all’Acropoli, pieno di ristoranti e locali dove servono piatti tipici greci e dove è consigliabile sedersi nelle belle giornate per gustare una birra fresca. Monastiraki è un quartiere vivace e la sua splendida piazza è un crocevia da cui si diramano un’infinità di stradine. E’ noto soprattutto per i suoi monumenti come lo Stoa di Attalo riqualificato a museo, l’antica Agorà Romana, la moschea dalla grande cupola e le Rovine della Biblioteca di Adriano. Caratteristico del luogo il Mercato delle Pulci dove si vende ogni genere di cosa, dai profumi per la casa a oggetti artigianali. A due passi dalla Piazza Monastiraki si trova uno degli ostelli più belli della città l’AthenStyle. Gli interni sono decorati da giovani artisti locali e la sera è possibile guardare film nel cinema privato dell'ostello, oppure rilassarsi e passare una bella serata nella terrazza panoramica con vista sull’Acropoli che d'estate diventa anche ristorante.

50 (big)

La terrazza dell'ostello Athens Style - credits @misha_ft

Koukaki

Anche Koukaki si trova ai piedi dell’acropoli ma a differenza di Monastiraki (che è cambiato poco), si respira grande aria di rinnovamento post crisi. Koukaki è un quartiere storico di Atene e in realtà ingloba i piccoli rioni Makriyianni, Gargaretta e Filopappou. Nella mappa urbana viene preso sempre più in considerazione dal flusso turistico e si caratterizza per incantevoli spazi urbani e per i ritmi di vita dinamici. Molti dei creativi arrivati in città hanno scelto questo quartiere ma il costo della vita si è mantenuto contenuto. Designer, artisti, giornalisti, corrispondenti stranieri, Koukaki è un quartiere vivace e cosmopolita e forse è il rione più bello della capitale. E’ qui che sono stati riconvertiti molti degli edifici industriali dismessi e sono nate molte associazioni culturali. I residenti si mescolano ai turisti e le strade sono sempre popolate e vive, piene di profumatissimi aranci e ulivi. Koukaki si trova in mezzo a due importantissimi musei, l’EMST il Museo Nazionale d’Arte Contemporanea e il Museo dell’Acropoli ed è un posto ideale dove vivere e merita assolutamente di essere visitato. E’ un quartiere di contrasti in continuo mutamento e accanto agli intellettuali convivono operai e studenti. La diversità si riflette anche nei suoi edifici e vede la convivenza di lussuose abitazioni nella parte più vicina all’Acropoli e di altre più modeste nella parte opposta del quartiere. Numerosissimi bar e bistrot mantengono il fascino del passato e a Little Tree un grazioso caffè-bookshop è facile incontrare scrittori al lavoro o persone che leggono davanti ad una tazza di caffè. Assolutamente imperdibile per tutti gli amanti della musica il negozio Underflow, che oltre ad essere un punto di riferimento per i dischi da collezione ospita anche mostre d'arte dei più eclettici artisti della città.

60 (big)

Underflow Record Store & Art Gallery - credits @jasminsusann

Psirri

Psirri ha conquistato il soprannome di "Soho di Atene" ma è conosciuto anche sotto altri nomi (Psyrri, Psyri). Si sviluppa attorno a Piazza Iroon e oggi si presenta come un quartiere curato dagli eleganti palazzi e dagli splendidi appartamenti ma in passato era considerato un quartiere degradato e pericoloso. Oggi di tutto ciò non vi è traccia ma al contrario si respira un clima di serenità e spensieratezza. Durante il giorno la gente si siede nei numerosissimi tavolini all’aperto a bere caffè e freschi drink. La notte però il quartiere si accende ed è frequentatissimo dai giovani. Per le strade si diffondono le melodie del rebetiko, una sorta di blues greco, le taverne si popolano e offrono specialità tradizionali come insalata greca e polpette mentre i bar tirano a notte fonda con DJ set e musica dal vivo. Numerose anche le piccole botteghe artigiane che lavorano pellame o negozzietti di designer indipendenti. Alcune delle grandi facciate laterali dei palazzi, un tempo grigie e anonime, sono state adornate da grandi e coloratissimi murales. Ad Atene la forma d’arte del graffitismo ha trovato ampio consenso e in tutta la città è facile imbattersi in questi scenografici disegni.

11 (big)

Uno dei graffiti lungo le strade di Atene

Centro culturale della Fondazione Stavros Niarchos

Situato nella Baia di Faliro il Centro Culturale della Fondazione Stavros Niarchos è un complesso architettonico circondato da un parco di cinquantadue acri caratterizzato da giardini adornati da ulivi, aree giochi e spiazzi verdi per picnic. Il centro che comprende la National Library of Greece e la Greek National Opera, è stato ultimato nel 2016 ed è opera dell’architetto italiano Renzo Piano, protagonista dell’architettura contemporanea mondiale. Renzo Piano negli ultimi anni ha caratterizzato attraverso i suoi edifici le principali città del mondo. Ora anche Atene con la Fondazione Stavros Niarchos possiede un‘opera d’interesse internazionale per l’architettura. Nei pressi del complesso si possono svolgere tantissime attività all’aperto come guardare film, praticare corsi di yoga, e passeggiare lungo il canale di quattrocento metri che attraversa il parco. Salendo sul tetto dell’edificio, alimentato ad energia solare, è visibile da una parte tutta la città e dall’altra il mare.

1 (big)

Interni del nuovo museo di Renzo Piano - credits @u_r_k_u

La Lunga Arteria Athinas

Koukaki, Psirri e il nuovo complesso costruito da Renzo Piano sono il nuovo volto di Atene, i quartieri dove il cambiamento è più manifesto e può essere circoscritto in aree delimitate. Hanno tutti le loro caratteristiche ma sono tutti profondamente greci. Il filo conduttore, identitario della città, lo si ritrova nella sua arteria urbana principale, la lunga via Athinas che cuce tutta la città e percorrendola si possono incontrare tanti altri quartieri. E’ da questa via che si raggiunge il Mercato Centrale e la grande Piazza Omonia. Sono luoghi rappresentativi di Atene ed occorre visitarli prima di lasciare questa splendida città. E’ in questi luoghi che la modernità si ferma e si confronta con la tradizione.

4. QUALCHE DIRITTA SU DOVE BERE E MANGIARE

Atene come detto è piena di bistrot e ristoranti dove mangiare ma vogliamo consigliarvi due must irrinunciabili.

Kostas

Kostas è una piccola bottega di strada e serve il miglior kebab di Atene. E’ un luogo piccolo che da sulla strada ma lo troverete sempre affollatissimo. Tutti, dagli studenti ai professionisti, si fermano a mangiare lungo la strada e ci sono giorni dove l’attesa per essere serviti è lunga. Vale la pena di aspettare per un kebab o per degli spiedini di carne alla griglia? Assolutamente si!

Ta Karamanlidika

Non potete affermare di avere assaggiato la vera cucina greca senza passare da Ta Karamanlidika. A prima vista può sembrare una sorta di macelleria con i suoi salami appesi sopra il bancone, ma in realtà è un piccolo ristorantino dove potrete trovare ogni genere di leccornia greca: salumi, formaggi, ottimi vini e yogurt greco.

9 (big)

Interni di Ta Karamanlidika - credits @natalia_argyraki

I vini greci negli ultimi anni sono stati rivalutati dai palati internazionali e wine bar sono spuntati in tutta la città. Ma ci sono altre sorprese oltre alle vinerie.

Warehouse

Warehouse è un ex tipografia riconvertita a wine bar. Il locale mantiene i suoi tratti industrial ed è situato nel quartiere di Exarchia. Offre oltre sessanta vini al calice abbinabili a menù degustazione. Sicuramente troverete il vostro preferito!

Baba au Rum

E’ in posti di questo genere che Atene sorprende e rispecchia la sua vena internazionale. Baba au Rum ha una delle liste rum più complete e impressionanti del mondo. Lasciatevi consigliare dai bartender, tra i migliori di tutta la città e gustatevi il vostro cocktail!

5. DOVE ALLOGGIARE

Vi abbiamo già parlato dell’ostello AthensStyle ma ce ne sono tanti altri eccellenti in città. Ecco una nostra selezione:

Athens Backpackers

L'ostello Athens Backpackers si trova in una delle zone più belle e centrali di Atene, a due passi dalla metropolitana Acropolis, il che significa che le attrazioni più importanti di Atene, come il Museo dell'Acropoli, il Tempio di Zeus, o la Chiesa di Agia Ekaterini saranno a portata di mano!

99 (big)

Aperitivo presso il bar sul tetto dell'ostello Athens Backpackers con vista panoramica.

San Remo Hostel

San Remo Hostel è un piccolo ostello indipendente ad Atene che ti conquisterà per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. Dispone di camere private che vanno dalla singola alla sestupla e di dormitori sempre molto puliti e spaziosi.

Sparta Team Hotel

Vicino all'antico mercato ("Agorà") di Atene e all'Università, lo Sparta Team Hotel è una sistemazione con un ottimo rapporto qualità/prezzo e ti farà sentire come se fossi a casa.

6. IL FUTURO CHE CI ASPETTA

10 (big)

La statua di vetro Dromeas dello scultore Costas Varotsos - credits @fotismar

Per creare il futuro bisogna essere conoscitori del passato e buoni osservatori del presente. Lungo il viale Vassilissis Sofias svetta la magnifica statua Dromeas, il corridore di Atene alto quasi trenta piedi, realizzata dall’artista greco Costas Varotsos nel 1994. L’imponente statua è un omaggio alla maratona ma è anche una metafora fisica del movimento. E’ stata realizzata attraverso un’anima di metallo e ricoperta da lastre di vetro sovrapposte. L’effetto finale non lascia indifferenti. Ed è così che Atene rinnova se stessa, con le idee, sempre in movimento, proiettate verso il futuro, e chissà se tra qualche anno non possa tornare ad essere un modello di civiltà seguito da tutti.

Se preferite la spiaggia alla città

Se ti abbiamo incuriosito e stai pensando ad una destinazione alternativa alle solite città europee, Atene non potrà che sorpendereti. Programma il tuo viaggio prenotanto in uno degli ostelli che ti abbiamo indicato nell'articolo oppure scegli liberamente tramite il nostro form di prenotazione qui sotto.

Se invece preferisci il mare alla città, leggi il nostro articolo sulle spiaggie più belle della Grecia.

Trova un alloggio lowcost

Gli ultimi articoli

3 Quartieri di Madrid per uscire e fare festa fino all'alba

3 Quartieri di Madrid per uscire e fare festa fino all'alba

I quartieri protagonisti della movida della capitale spagnola e gli ostelli dove alloggiare. I pluripremiati club e gli accoglienti pub di Madrid, una città poliedrica con la capacità di soddisfare tutti coloro che vogliono far festa. continua

Gli ostelli con le terrazze panoramiche più belle al mondo

Gli ostelli con le terrazze panoramiche più belle al mondo

Atene, Firenze, Barcellona, Siviglia, Lisbona, Brisbane, Malaga, Berlino, Catania, Tel Aviv, Madrid, Milano. Dodici città per dodici ostelli con le più belle terrazze panoramiche al mondo. continua

CONTEST: Hostelsclub + Ostello Bello = Belli Together!

CONTEST: Hostelsclub + Ostello Bello = Belli Together!

Hostelsclub e Ostello Bello lanciano “Belli Together”, l’evento-contest in occasione del Pride Month 2019 continua

#20 Tatiana Biggi: 'Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo'

#20 Tatiana Biggi: 'Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo'

Il blog di Hostelsclub ospita una rubrica dedicata ai travel influencer, che titola Il Sesto Potere. Daremo loro la parola, ascoltando le loro storie alla scoperta del loro stile di vita. Perché in tanti vogliono diventarlo, e perché il travel influencer è tra le nuove professioni, una delle più ambite. continua

Diario di viaggio Portogallo: come vivere la meta dell’estate 2019

Diario di viaggio Portogallo: come vivere la meta dell’estate 2019

Il Portogallo è il re delle destinazioni estive. Tutti i consigli per visitarlo al meglio nell'esclusivo diario di viaggio in Portogallo firmato Monelle Chiti! continua

Cosa vedere a New York in 10 giorni

Cosa vedere a New York in 10 giorni

Stai cercando le migliori offerte per il tuo viaggio a New York? Sogni un’esperienza romantica nella Grande Mela? Abbiamo trascorso 10 giorni romantici a New York e vi riportiamo la nostra esperienza per un perfetto viaggio di coppia a New York. continua

Leggi altri articoli >