#20 Tatiana Biggi: 'Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo'

24/06/2019

Il Sesto Potere è la rubrica dedicata ai travel influencer emergenti o già affermati. La ventesima puntata la dedichiamo a Tatiana Biggi.

Se la stampa e la televisione sono state definite quarto e quinto potere, allora possiamo considerare il web come 'Il Sesto Potere'. Gli influencer sono davvero capaci di influenzare la cultura contemporanea? E' da questa domanda che nasce il titolo di questa rubrica.

Sempre più il tema del viaggio sta influenzando il lifestyle di tutti noi e tra le nuove professioni, quella dell'influencer è tra le più ambite e in tanti sognano di diventarlo. Ma cosa fanno precisamente gli influencer? Lo scopriamo, dando voce soprattutto ai travel influencer, alle loro storie, alle esperienze di viaggio che hanno avuto e di come interpretano la professione. Se state pensando anche voi di intraprendere questa strada troverete molti buoni consigli. D'altra parte, sembra che per diventare influencer basti poco: un profilo social e molta fantasia.

# 20 Tatiana Biggi: 'Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo'

Tatiana Biggi è una genovese giramondo; il che non significa necessariamente viaggiare fino all’altro capo del mondo ma basta a volte voltare l’angolo. Nel raccontarsi dice di essere una grande osservatrice e di circondarsi di persone che gli possano sempre insegnare qualcosa. Tatiana non cerca necessariamente la spettacolarità nei suoi scatti ma riesce ad alternare nella sua narrazione visiva scenografie mozzafiato a campi stretti sui particolari. E’ attraverso questa sua alternanza visiva che riesce a creare una storia che ruota attorno a se stessa, che spazia per poi ritrarsi in piccoli momenti di quotidianità. Amante di tutto ciò che è vintage traspone questa sua passione anche nel lavoro. Imbattersi nelle sue fotografie non lascia spazio all’indifferenza perchè è subito riscontrabile uno stile puntuale. A differenza di altri, i suoi scatti sono connotati da una cifra stilistica ben visibile; le immagini sono desaturate ma non per questo prive di colori, oppure rarefatte ma al tempo stesso luminose. Quello che è certo è che ci racconta dei suoi viaggi e le sue foto hanno un forte sensibilità estetica. Tatiana viaggia, scrive, scatta e racconta. Il suo credo è “Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo” Ma lasciamo che si racconti più approfonditamente.

9 (big)

Bentrovata Tatiana partiamo dalla base:

Su che direttrici si muove il tuo modo di comunicare?

L’idea che sta alla base della mia comunicazione sui socials e che provo a trasmettere ai miei followers si basa sul mio motto personale: dream big.

Pensare sempre in grande quindi?

Sognare sempre, sognare in grande e non aver paura di farlo: spesso mi capita di sentire discorsi di rassegnazione da persone che si sono accontentate del proprio lavoro, del proprio piano di studi, della propria vita.

I sogni nei cassetti vanno sempre perseguiti?

Conscia del periodo di grande insicurezza dal punto di vista lavorativo e consapevole dell’instabilità economica con cui molti convivono, vorrei che in nessuno sparisse la scintilla negli occhi data dalla speranza che solo un sogno nel cassetto può dare.

Mai mollare dunque?

Lottate, sempre e soprattutto ricordiamoci che non è mai troppo tardi per provare a essere felici.

2 (big)

Mostri proprio tutto di te o alcuni aspetti rimangono privati?

Amo il fatto di poter condividere la mia vita tramite i social network ma ammetto che non tutti gli aspetti vengono mostrati: si tratta di un mezzo che uso per lavoro e quindi mi trovo spesso a pensare che cosa potrebbe risultare interessante e cosa meno in base ai gusti della mia fanbase. Sono infatti sempre alla ricerca di spunti che possano servire come riflessioni con l’obiettivo di creare uno scambio di informazioni e di stimoli.

Quindi è piacevole per te mostrare alcuni attimi della tua quotidianità?

Devo dire che mi diverte moltissimo far emergere alcuni aspetti quotidiani tramite le Stories di Instagram: dalla spesa al supermercato alla mattinata in casa attaccata allo schermo del computer, è bello condividere le giornate tipo e non solo il mondo luccicante fatto di viaggi ed eventi.

11 (big)

Che cosa ti affascina e da cosa ti lasci ispirare?

Sono una grande osservatrice, amo scrutare chi ho intorno e credo che non ci sia miglior fonte di ispirazione del mondo che ci circonda; se parliamo di stile, cerco di imparare più che posso dalle persone che incontro quando mi trovo in viaggio: colori, tendenze, abitudini, must have.

E cosa porti con te di ritorno dai tuoi viaggi?

Quando torno a casa non lo faccio mai a mani vuote bensì con uno o più pezzi di quelli che più mi hanno conquistato mentre ero in quella città / paese / continente.

Quali sono le influenze principali che definiscono il tuo stile?

Adoro il vintage e spesso cerco ispirazione dal passato: le grandi dive di un tempo sono le mie icone preferite. Infine passo molto tempo su Pinterest dove, colleziono pin di qualsiasi genere, dall’arredamento agli accessori: allenare l’occhio al bello, a ciò che fa tendenza è molto importante per chi fa un lavoro come il mio.

3 (big)

Come nasce l’interesse per i social network?

Sono online dal 2011 e come molti, all’inizio era tutto un gioco: scrivevo e pubblicavo per passione e mai avrei pensato che tutto si sarebbe potuto trasformare in quello che è ovvero un lavoro a tempo pieno.

Quando hai capito che poteva trasformarsi in qualcosa di più importante?

Ho realizzato per la prima volta che non si trattava più di un semplice passatempo qualche anno fa quando le ore passate al computer erano tali da poter essere paragonate a quelle passate da un impiegato in ufficio. Mi sono detta “proviamoci”.

Rispetto agli esordi la passione è sempre la stessa?

E ho continuato più di prima, con più impegno e più motivazione e con la stessa passione degli albori: mai perdere la gioia in quello che si fa, questo il segreto per non mollare mai.

Quale aspetto della tua professione preferisci?

Una delle cose che più amo di questo lavoro è il fatto che ovunque io vada, lui viene con me: questo mi permette di viaggiare spesso e non potrei essere più felice.

12 (big)

Che consiglio ti senti di dare a chi vorrebbe viaggiare di più?

A chi vorrebbe viaggiare di più ma non sa come fare, dico solo una cosa: nulla è impossibile.

Hai qualche suggerimento pratico per metterlo in atto?

Risparmiate più che potete durante l’anno e fate in modo di scegliere mete che siano un arricchimento personale e spirituale: non tornare mai a casa uguali a come si è partiti, questo il mio motto.

Spoiler: alto tasso di dipendenza, una volta iniziato non potrete più smettere di viaggiare!

Ci sono aspetti che non ami della tua professione?

Essere sempre online, sempre connessi porta ovviamente dei lati negativi che non sono tali da farmi rimpiangere questa scelta, anzi: ogni giorno trovo ancora più stimoli per continuare. Amo comunicare, condividere, fare community, scambiare idee, essere d’ispirazione e trovare l’ispirazione in chi mi segue, legge, scrive.

6 (big)

Pensi che continuerai a fare questo lavoro a lungo?

Non credo che questo sarà il mio lavoro definitivo perché credo che sia fondamentale cambiare ed essere pronti al cambiamento: che sia il lavoro o il luogo che chiamiamo casa, cambiare è linfa vitale. Se si parla poi di un lavoro come il mio, in parte ancora indefinito e in potenziale espansione, immaginare un futuro immutato rispetto al presente risulta impossibile: spero però di riuscire a captare i cambiamenti per tempo e di essere capace di reinventarmi quando sarà l’occasione.

Come ti immagini in un futuro prossimo?

In un futuro mi vedo con una casa al mare, stretta alle persone che amo e con un lavoro indipendente, dinamico, creativo: qualcosa che mi permetta di poter avere del tempo di qualità da passare facendo ciò che amo.

20 (big)

Sei un travel blogger e/o influencer che ha fatto della passione per i viaggi la sua professione? Sei sempre alla ricerca di stimoli per scoprire il mondo con occhi nuovi e ti sei innamorato dell’atmosfera unica che si respira in ostello?

Scrivici e raccontaci la tua storia, potresti essere il prossimo protagonista della nostra rubrica Sesto Potere dedicata al mondo del Digital Travel e avere l’opportunità di viaggiare con noi!

19 (big)

18 (big)

17 (big)

Gli ultimi articoli

La vita dopo il confinamento: preparati al viaggio migliore di sempre

La vita dopo il confinamento: preparati al viaggio migliore di sempre

Ti chiedi come sarà tornare a viaggiare dopo la quarantena? Anche noi! Abbiamo preparato un articolo per spiegarti perchè secondo noi viaggiare sarà ancora meglio di prima. continua

14 film per viaggiare da casa

14 film per viaggiare da casa

Scopri questi film sul viaggio e gira il mondo da casa tua! continua

#hostelsarelife, gli ostelli in Italia non si fermano!

#hostelsarelife, gli ostelli in Italia non si fermano!

Il peggior virus è la paura e #hostelsarelife è l'hashtag che abbiamo ideato per raccogliere testimonianze di vita vera che ci arrivano da chi lavora negli ostelli in Italia e da chi viaggia nel Belpaese senza farsi prendere dal panico. continua

Viaggio in Slovenia con lo zaino in spalla

Viaggio in Slovenia con lo zaino in spalla

Un itinerario che parte a Lubiana e arriva a Pirano, passando per Velika Planina, Bled e Postumia, alla scoperta della Slovenia più bella tra boschi, cascate, colline, castelli, villaggi tradizionali e molto altro! continua

3 mete da sogno per un viaggio di nozze incredibilmente low cost

3 mete da sogno per un viaggio di nozze incredibilmente low cost

La luna di miele che hai sempre sognato è possibile anche a ribasso: le 3 destinazioni più romantiche per un viaggio di nozze low cost continua

8 ostelli a Madrid belli ed economici per un weekend lowcost

8 ostelli a Madrid belli ed economici per un weekend lowcost

Assieme ai biglietti aerei, il soggiorno è la voce più costosa di un viaggio. Leggendo questo post scoprirai come risparmiare molti soldi soggiornando nei migliori ostelli economici a Madrid continua

Leggi altri articoli >